Addio a Bernardo Bertolucci, grande maestro del cinema italiano

Correva l’anno 1970, Bernardo Bertolucci esprimeva, tramite il suo film Il conformista, una sana e motivata preoccupazione riguardo alla direzione che l’Italia aveva preso. Oggi, quasi 50 anni dopo, l’acclamato regista non c’è più, ma il suo messaggio rimane forte e chiaro, attuale come non mai; ci colpisce e ci spinge a riflettere.

Impareremo dai nostri errori, maestro? Chi lo sà… in ogni caso, a me, hai insegnato tanto. Grazie.

(Se non avete mai visto questo gran pezzo di cinema italiano, tratto dal romanzo di Alberto Moravia, vi invito a farlo perché si tratta di un film importante sia  dal punto di vista storico che umano)

L: I prigionieri incatenati di Platone!
M: E come ci somigliano..
L: Che cosa vedono?
M: Che cosa vedono? 
L: Lei che viene dall’Italia dovrebbe saperlo per esperienza.
M: Vedono solo le ombre che il fuoco proietta, sul fondo della caverna che è davanti a loro.
L: Ombre, i riflessi delle cose. Come accade a voialtri oggi in Italia.
M: Se quei prigionieri fossero liberi di parlare non chiamerebbero forse realtà quelle loro visioni?
L: Si, si bravo, scambierebbero per realtà le ombre della realtà.

Il conformista, 1970

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...